MENU

Stai leggendo:

Marino Marini. Arcane fantasie

2 min

AOSTA, FINO AL 3 NOVEMBRE 2024

Marino Marini. Arcane fantasie

La mostra ad Aosta, Forte di Bard, attraverso 23 sculture e 39 opere su tela e carta, punta l’attenzione sulle principali fonti di ispirazione e sui temi ricorrenti della ricerca di uno tra i più importanti artisti italiani del Novecento

Marino Marini, Gentiluomo a cavallo, 1937, Bronzo, 125 x 156 x 85 cm. Camera dei Deputati, Roma – Foto © Gaia Schiavinotto

Un mondo di cavalli e cavalieri, di guerrieri e antiche divinità, di giocolieri e danzatrici. C’è tutta la complessità e la varietà del genio artistico di Marino Marini – tra i più importanti artisti italiani del Novecento – al centro della mostra Arcane fantasie. L’esposizione, curata da Sergio Risaliti, direttore del Museo Novecento di Firenze e allestita nelle sale delle Cannoniere del Forte di Bard, fino al 3 novembre 2024, punta l’attenzione sulle principali fonti di ispirazione di Marini e sui temi ricorrenti della sua ricerca, presentando ben 23 sculture e 39 opere su tela e carta

Marino Marini, Cavaliere, 1945 Bronzo, 106 x 100 x 36 cm – M. F. Toninelli Art Moderne, Monaco

Marino Marini, Pomona, 1945 (fusione post 1980)
Bronzo, 162 x 66 x 53 cm – Museo Marino Marini, Firenze – Foto Archivio Museo Marino Marini Firenze

Un percorso del tutto personale per sviluppo e coerenza, tra ritorno dell’arcaico e supremazia del sogno e della fantasia. Marino Marini è stato sempre attratto dal linguaggio figurativo, anche quando ha condotto a drammatiche scomposizioni la forma plastica. Un linguaggio di grande potenza e coerenza che trova la sua massima espressione nei cavalli e nei cavalieri, i soggetti più conosciuti della sua produzione, trasformati in un tramite per leggere la realtà e raccontare la condizione umana. Figure che nel tempo si fanno sempre meno definite e sempre più espressive, fino ad assumere i connotati di metafore scultoree.

Marino Marini, Le tre Grazie, 1943 Bronzo, 44,8 x 45,7 x 9,2 cm – Museo Marino Marini, Firenze – Foto Archivio Museo Marino Marini Firenze

Nelle diverse sezioni della mostra si alternano sculture, dipinti, grafiche, i suoi celebri cavalli e cavalieri, le Pomone, le danzatrici e i giocolieri nati dalla sua fantasia, a partire dalla Piccola danzatrice, olio su tavola del 1927, fino al Guerriero realizzato nel 1958-59. Soggetti che, dall’inizio alla fine di una carriera segnata da una vasta produzione, assicurano la presenza e sopravvivenza di qualcosa di antico e ancestrale, segnato dal legame immortale tra uomo e natura, pulsioni di vita e di morte, di dolore e angoscia, così come di esuberanza, dinamismo e indomabile energia. Tra i capolavori in mostra, si segnala infine il prestigioso prestito dell’opera Gentiluomo a cavallo del 1937, concessa dalla Camera dei Deputati.

 

 

Marino Marini, Piccolo miracolo, 1951 Bronzo, 54,2 x 67,8 x 33 cm – Museo Marino Marini, Firenze – Foto Archivio Museo Marino Marini Firenze

Titolo: Marino Marini. Arcane fantasie

Dove: Forte di Bard, sale dell’Opera Mortai della fortezza, Via Vittorio Emanuele II, 85. – Bard – AO

Quando: fino al 3 novembre 2024

Orari: mart-ven. 10-18, Sab, dom e festivi 10 -19. Lunedì chiuso. Ingresso euro 10,rid. euro 8

Info: Tel. + 39 0125/833811, info@fortedibard.it – www.fortedibard.it

Potrebbe interessarti anche

Oppure registrati qui per usufruire della prova gratuita di 7 giorni

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana le news del mercato dell’arte e del collezionismo, per essere informato su modifiche, cancellazioni o proroghe nelle date di mostre e appuntamenti, e per conoscere in anteprima le date dei vernissage.

©Realizzato da PS COMPANY srl

Sei interessato a conoscere gli eventi legati al mondo del collezionismo in Italia come mercatini, mostre-mercato, mostre d’arte e aste?
Abbonati per ottenere l’accesso a tutti i contenuti del sito.