MENU

Stai leggendo:

Moda e pubblicità in Italia. 1850 – 1950

1 min

MAMIANO DI TRAVERSETOLO di PARMA, FINO ALL'11 DICEMBRE 2022

Moda e pubblicità in Italia. 1850 – 1950

130 opere illustrano la nascita della moda italiana, grazie agli strumenti di comunicazione che l’hanno supportata, dai manifesti alle riviste, ai cataloghi dei grandi magazzini. Alla Fondazione Magnani-Rocca fino al 11 dicembre 2022

Aleardo Villa, E. & A. Mele Guanti, 1898 ca, cromolitografia su carta 104 x 145,5 cm. Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso

Moda e pubblicità sono parte dell’immaginario collettivo di un intero Paese, di un sentire, guardare e inventare il mondo. La mostra alla Fondazione Magnani-Rocca a Mamiano di Traversetolo indaga come l’affermarsi dei grandi magazzini risponda alle richieste di una società nuova che aspira a potersi rappresentare, una società figlia della rivoluzione industriale che trova negli abiti e negli oggetti, i testimoni della propria esistenza e delle proprie diversità. Uno sviluppo, quello dei nuovi centri del consumo, che cambia scala per dimensione e velocità: dalle tradizionali piccole botteghe dove si modellava e cuciva l’abito su misura, nasce il grande magazzino, la clientela entra in edifici lussureggianti che traboccano di merci e può scegliere liberamente trovando, accanto all’abito su misura, il prêt-à-porter e, in base alle disponibilità, compone il suo corredo.

Per fidelizzare la clientela ogni esercizio commerciale studia la propria strategia promozionale e la declina sui diversi mezzi di comunicazione dove propone quanto artisti e illustratori ideavano, interpretando i linguaggi del costume e della società italiana in un periodo di creatività senza precedenti.
Nei saloni della celebre Villa dei Capolavori a Mamiano di Traversetolo, fino all’11 dicembre 2022, 150 opere illustrano la nascita della moda italiana, grazie agli strumenti di comunicazione che l’hanno supportata, dai manifesti alle riviste, ai cataloghi dei grandi magazzini, in un arco cronologico che inizia nell’Ottocento e prosegue fino a metà Novecento. Di grande importanza è il ruolo del cinema nello sviluppo e comunicazione della moda sin dal suo avvento, ricostruito all’interno dell’esposizione e nel catalogo.

La moda attraverso la pubblicità si fa sogno collettivo: dalle misteriose dame fin de siècle proposte da Aleardo Villa, Leopoldo Metlicovitz, Marcello Dudovich nei manifesti dei Magazzini Mele, la cui sontuosa eleganza riflette le ambizioni di una nuova classe borghese in crescente ascesa, alle sottili, diafane “donne-crisi” degli anni Venti, che vogliono vedersi finalmente liberate dalla schiavitù dei corsetti e delle stecche di balena, fino alla vigorosa, sportiva e dinamica donna moderna, quale tratteggiata dallo stesso Dudovich nelle pubblicità degli anni Trenta per La Rinascente.

Scheda tecnica

Titolo: Moda e pubblicità in Italia. 1850 – 1950

Quando: fino all’11 dicembre

Dove: Fondazione Magnani Rocca, via Fondazione Magnani-Rocca 4 – Mamiamo di Traversetolo (PR)

Apertura: dal martedì al venerdì 10-18, sabato, domenica e festivi 10-19. Aperto anche 8 dicembre. Lunedì chiuso

Ingresso:  intero euro 12

Info: 0521848327, 0521848148 – www.magnanirocca.itinfo@magnanirocca.it

Potrebbe interessarti anche

Oppure registrati qui per usufruire della prova gratuita di 7 giorni

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana le news del mercato dell’arte e del collezionismo, per essere informato su modifiche, cancellazioni o proroghe nelle date di mostre e appuntamenti, e per conoscere in anteprima le date dei vernissage.

©Realizzato da PS COMPANY srl

Sei interessato a conoscere gli eventi legati al mondo del collezionismo in Italia come mercatini, mostre-mercato, mostre d’arte e aste?
Abbonati per ottenere l’accesso a tutti i contenuti del sito.