MENU

Stai leggendo:

Ceruti sacro e la pittura a Brescia tra Ricci e Tiepolo

Salva

1 min

BRESCIA, DALL’11 MARZO AL 21 MAGGIO

Ceruti sacro e la pittura a Brescia tra Ricci e Tiepolo

La mostra, ospitata presso il Museo Diocesano di Brescia, analizzerà la limitata produzione di opere di carattere sacro realizzate da Ceruti durante il suo soggiorno a Brescia anche attraverso altri lavori di artisti attivi in quel periodo nel territorio bresciano, che arricchiranno il percorso espositivo della rassegna

Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto, Madonna del Rosario e Santi, Artogne chiesa Ss. Cornelio e Cipriano, foto BAMS Photo Rodella scaled

Dall’11 marzo al 21 maggio 2023, il Museo Diocesano di Brescia ospita la rassegna Ceruti sacro e la pittura a Brescia tra Ricci e Tiepolo, curata da Angelo Loda, responsabile del settore storico-artistico della Soprintendenza ABAP per le province di Bergamo e Brescia, coadiuvato da un comitato scientifico composto da Andrea Crescini, Fiorenzo Fisogni, Fiorella Frisoni, Stefano L’Occaso, Francesco Nezosi e Filippo Piazza, che analizzerà la limitata produzione di opere di carattere sacro realizzate da Giacomo Ceruti durante il soggiorno in provincia di Brescia e da altri lavori successivi e che arricchirà il percorso espositivo della rassegna dedicata al maestro settecentesco, in programma dal 14 febbraio al 28 maggio 2023, al Museo di Santa Giulia a Brescia.

Giacomo Ceruti, S. Apollonio benedice SS. Faustino e Giovita, Bione chiesa di S Faustino e Giovita, foto BAMS Photo Rodella scaled

Oggetto dell’esposizione sarà dunque quello di presentare la produzione a carattere religioso dell’artista milanese nella sua interezza per quanto concerne le opere conservate nella provincia di Brescia, cui si affiancherà una selezione di dipinti da lui eseguiti dopo il suo soggiorno in città, tra Padova, Piacenza e Crema. La mostra sarà introdotta da una selezione di dipinti sacri dei principali artisti attivi nel territorio bresciano e bergamasco nei primi anni del Settecento, tra cui Sebastiano Ricci, Giovambattista Tiepolo, Andrea Celesti, Antonio Cifrondi, Francesco Paglia e si concluderà con una selezione di opere degli artisti operosi tra gli anni venti e gli anni quaranta quali Giuseppe Tortelli, Antonio e Angelo Paglia, Francesco Monti. La parrocchiale di Gandino (BG), che conserva una serie quasi unica di testimonianze dell’arte cerutiana, diverrà una sorta di seconda sede della mostra.

SCHEDA

Titolo: Ceruti sacro e la pittura a Brescia tra Ricci e Tiepolo

Dove: Museo Diocesano di Brescia, Via Gasparo da Salò, 13

Quando: Dall’11 marzo al 21 maggio 2023

Apertura: tutti i giorni, tranne mercoledì, 10.00 – 12.00; 15.00 – 18.00

Ingresso: intero: € 6,00; ridotto: € 3,00

Info: tel. 030.40233; museo@diocesi.brescia.it;  www.museodiocesano.brescia.it

Potrebbe interessarti anche

Oppure registrati qui per usufruire della prova gratuita di 7 giorni

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana le news del mercato dell’arte e del collezionismo, per essere informato su modifiche, cancellazioni o proroghe nelle date di mostre e appuntamenti, e per conoscere in anteprima le date dei vernissage.

©Realizzato da PS COMPANY srl

Sei interessato a conoscere gli eventi legati al mondo del collezionismo in Italia come mercatini, mostre-mercato, mostre d’arte e aste?
Abbonati per ottenere l’accesso a tutti i contenuti del sito.