MENU

Stai leggendo:

Aste Bolaffi presenta la grande arte del Novecento

2 min

TORINO, IL 7 E l’8 NOVEMBRE 2023

Aste Bolaffi presenta la grande arte del Novecento

A Torino quasi cinquecento opere di Arte Moderna e Contemporanea. L’opera più rilevante in catalogo è il Nudo sdraiato di Egon Schiele datato 1910

Aste Bolaffi – Arte Moderna 2023 Egon Schiele, Nudo sdraiato, 1910, dettaglio

Da Egon Schiele a Andy Warhol, passando per Picasso, Magritte, Burri e De Pisis: sono solo alcuni dei nomi che caratterizzano l’appuntamento dedicato da Aste Bolaffi all’Arte Moderna e Contemporanea nella storica sede torinese di Via Cavour 17, Martedì 7 e Mercoledì 8 Novembre 2023.   

Spicca una ricercata selezione di opere su carta di altissimo livello, con 80 lotti di artisti che hanno segnato la storia dell’Arte Moderna e Contemporanea tra cui Miró, Picasso, Klimt, Klee, Magritte, Kounellis, Keith Haring, Otto Dix, Léger, Sironi e Balla.  

 

Aste Bolaffi, Arte Moderna e Contemporanea 2023, Alighiero Boetti, Ordine e disordine, 1973 (lotto 80)

L’opera più rilevante in catalogo: il “Nudo sdraiato” di Egon Schiele (lotto 171), datato 1910 e realizzato con tecnica mista su carta dal visionario artista austriaco. Realizzata in un momento cruciale della svolta artistica di Schiele, torna sul mercato dopo aver fatto parte di una collezione privata per quasi cinquant’anni. Con un eccezionale pedigree se ne traccia la proprietà fin dagli anni ’20. Esposta in grandi mostre, a Vienna nel 1935 e a New York nel 1971, venne infine acquistata nel 1974 nella galleria torinese I Portici dalla famiglia dell’attuale proprietario, a cui poi giunse, come regalo di laurea da parte dei genitori. Quest’opera presenta una “stima a richiesta”: formula spesso usata per lotti di valore milionario per dire che sarà comunicata nei giorni precedenti la vendita solo ai partecipanti all’asta.      

Il lavoro di Schiele, così come tutte le altre opere in asta, sarà esposto in anteprima al pubblico presso la Sala Bolaffi a Torino, in Via Cavour 17, da Giovedì 2 a Martedì 7 Novembre, dalle 10 alle 18, in concomitanza con le attività della Torino Art Week 2023, offrendo un’ulteriore opportunità a collezionisti ed appassionati per ammirare moltissime opere tra cui alcune di valore museale.

Tra gli altri lotti in evidenza troviamo “Paysan catalan”, un disegno di Joan Miró del 1930 valutato tra 45.000 e 60.000 Euro (lotto 151) e “Nu allongé (Dora Maar)”, un’opera in inchiostro su carta realizzata da Pablo Picasso nel 1938, anch’essa stimata tra 45.000 e 60.000 Euro (lotto 150).   
Un altro lotto notevole è il “Mädchen am Spiegel” del 1920, un bozzetto preparatorio di Otto Dix per il dipinto “Ragazza davanti allo specchio” del 1921.

Con una stima tra 7.000 e 12.000 Euro (lotto 164) il disegno ritrae una vecchia meretrice, anche se l’artista all’epoca la definì ‘una ragazza’ nel titolo. Il dipinto a cui poi diede spunto questo bozzetto fu sequestrato dalle autorità nel 1922, per la sua scabrosità. Influenti collezionisti intercessero in favore di Otto Dix, ma il dipinto andò comunque perduto durante la Seconda Guerra Mondiale e oggi ne esiste solo una foto in bianco e nero. Nella sezione delle opere su carta si segnala infine “Study of One Seated and Four Standing Figures”, una tecnica mista datata 1940 di Henry Moore, che va all’asta con una stima compresa tra 18.000 e 25.000 Euro (lotto 134).

Aste Bolaffi, Arte Moderna e Contemporanea 2023, Otto Dix Madchen am Spiegel, 1920 (lotto 164)

Nella sezione generale del catalogo anche sei arazzi inediti, identici per forma e soggetto ma diversi per colore, di Alighiero Boetti della prima e celebre serie “Ordine e disordine” del 1973 (lotti 78-83). Commissionati per una composizione di quarantanove elementi presentata nel 1975 alla Galleria Area di Monaco, sono stimati tra 50.000 e 80.000 Euro l’uno ma, alla fine della loro vendita individuale, tutti e sei gli arazzi potranno essere acquistati assieme come lotto unico. Il ritrovamento di queste opere provenienti dalla stessa “performance” di Boetti è infatti da considerarsi eccezionale.

Aste Bolaffi, Arte Moderna e Contemporanea 2023, Pablo Picasso, Nu allonge (Dora Maar),1938 (lotto 150)

Aste Bolaffi – Arte Moderna 2023 Egon Schiele, Nudo sdraiato, 1910,

Nella stessa sezione dell’incanto anche “Natura morta con pesce”, un quadro di Filippo de Pisis (lotto 62), olio su tela datato 1932 proveniente dalla collezione di Riccardo Gualino, valutato tra 40.000 e 60.000 Euro. Tra le altre opere anche due importanti lavori di Mario Schifano “Facciate” datato 1990, in smalto e tecnica mista su tela, valutato tra 25.000 e 30.000 Euro (lotto 75) e “Paesaggio anemico” un grande smalto su tela risalente al 1979-1980, stimato tra 30.000 e 40.000 Euro (lotto 76).

Infine nella sezione di multipli, edizioni e stampe, si evidenziano due serigrafie su carta del 1975 di Andy Warhol intitolate “Ladies and Gentleman” (lotti 24 e 25), valutate tra 8.000 e 12.000 Euro.

Potrebbe interessarti anche

Collezionismo

Tatuaggio

Da gesto pratico a segno di appartenenza, il tatuaggio racconta una storia di simbiosi tra uomo e simbolo, lunga cinquemila anni.  Il Mudec ripercorre in

Leggi Tutto »

Oppure registrati qui per usufruire della prova gratuita di 7 giorni

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana le news del mercato dell’arte e del collezionismo, per essere informato su modifiche, cancellazioni o proroghe nelle date di mostre e appuntamenti, e per conoscere in anteprima le date dei vernissage.

©Realizzato da PS COMPANY srl

Sei interessato a conoscere gli eventi legati al mondo del collezionismo in Italia come mercatini, mostre-mercato, mostre d’arte e aste?
Abbonati per ottenere l’accesso a tutti i contenuti del sito.