MENU

Stai leggendo:

Artisti in Guerra

2 min

RIVOLI (TO), DAL 15 MARZO – 19 NOVEMBRE 2023

Artisti in Guerra

La mostra presenta più di 140 opere di 39 artisti che si trovavano o si trovano in guerra. L’esposizione, che si svolge al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, sviluppa il tema della guerra e della soggettività post traumatica attraverso opere storiche e nuovi progetti

Francisco José de Goya y Lucientes Con razon ó sin ella (A torto o a ragione – Rightly or Wrongly), tavola / plate 2, da / from Desastres de la Guerra (Disastri della guerra — Disasters of War), 1810 – 1815 (stampa / printed 1863) acquaforte, aguada, acquatinta, puntasecca, bulino, brunitoio / etching, aquatint, lavis, drypoint, burin and burnishing 27,5 x 35 cm Collezione / Collection Fondazione Francesco Federico Cerruti per l’Arte Deposito a lungo termine / long – term loan Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Rivoli – Torino Foto / Photo © Ernani Orcorte

La nuova attività espositiva 2023 del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea prende avvio al terzo piano della Residenza sabauda con la mostra collettiva a cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Marianna Vecellio Artisti in guerra. Da Francisco Goya a Salvador Dalí, Pablo Picasso, Lee Miller, Zoran Mušič, Alberto Burri, Iri e Toshi Maruki, Fabio Mauri, Bracha L. Ettinger, Anri Sala, Michael Rakowitz, Dinh Q. Lê (con opere tra l’altro di Le Lam, Phan Oanh, Nguyen Thu, Truong Hieu, Nguyen Toan Thi, Kim Tien, Quach Phong, Huynh Phuong Dong, Minh Phuong), Vu Giang Huong, Rahraw Omarzad e Nikita Kadan.         
La mostra presenta più di 140 opere di 39 autori realizzate da artisti che si trovavano o si trovano in guerra. Empatiche, sofferte, esprimono disagio ma anche grande umanità.

La mostra prende spunto dai Desastres de la Guerra (Disastri della guerra), 1810-1815, di Francisco José de Goya y Lucientes e sviluppa il tema della guerra e della soggettività post traumatica attraverso opere storiche e nuovi progetti di importanti artisti contemporanei.
Artisti in guerra include prestiti provenienti da importanti istituzioni pubbliche e private italiane e internazionali oltre a due nuove committenze, opere inedite realizzate per l’occasione dall’artista afgano Rahraw Omarzad (Kabul, 1964), e l’artista ucraino Nikita Kadan (Kiev, 1982). Entrambi gli artisti condividono una pratica connessa a quella di promotori culturali offrendo un messaggio di grande impatto emotivo e umano oltre che sociale e politico. Originate a partire da scenari di conflitto e di profondi cambiamenti geopolitici, le loro prassi invitano a riflettere sull’importanza di trovare nell’espressione creativa narrazioni di cura e di pace.          

Salvador Dalí Composition avec tour (Bozzetto per sipario di scena di “Café de Chinitas”) , 1943 ca olio su tela / oil on canvas 60 x 90 cm Collezione privata / Private Collection

“Questa mostra,” sostiene Francesca Lavazza, presidente del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea “ultima del percorso espositivo artistico di Espressioni che si è sviluppato negli anni, raccoglie una riflessione profonda sulla contemporaneità, grazie al lavoro degli artisti che attraverso i secoli hanno saputo raccontare le discontinuità del presente e la conflittualità, interpretata attraverso la loro personale sensibilità nel tempo che stavano vivendo. Le opere esposte riescono così a scuotere il pubblico su tematiche controverse e difficili, rappresentando gli orrori della guerra, trasversali a tutti i conflitti. Ringrazio Carolyn Christov-Bakargiev e Marianna Vecellio per questo coraggioso progetto destinato a fare riflettere la coscienza collettiva”.


Anton Zoran Muši č Nous ne sommes pas les derniers (Noi non siamo gli ultimi) , 1987 acrilico su tela / acrylic on canvas 114 x 147 cm

IL TEMA

“Nato inizialmente come ultimo capitolo del progetto pluriennale di mostre e ricerca Espressioni“, afferma il direttore Carolyn Christov-Bakargiev, “gli eventi internazionali recenti ci hanno portato a realizzare una nuova mostra ad hoc che indaga il significato della guerra, a domandarci come alcuni esseri umani particolarmente empatici, gli artisti, elaborino la violenza organizzata e solo apparentemente razionale della guerra evidenziandone l’orrore oppure per contrasto il suo mistero – sospeso come è tra massima imprevedibilità e massimo calcolo.

Per il filosofo greco presocratico Eraclito, l’essere si rivela nella guerra, Πόλεμος πάντων μὲν πατήρ ἐστι (polemos pantōn men patēr esti – la guerra è padre di tutte le cose). Il filosofo francese Emmanuel Lévinas, subito dopo la Seconda Guerra Mondiale che egli trascorse in parte in un campo di prigionia tedesco, ci ricorda che l’essere si rivela al pensiero filosofico come guerra cioè nel contrasto tra la finitudine della morte – massimamente percepibile in guerra – e l’incommensurabilità senza limiti dell’esistenza. In questo intervallo o interregno tra vita e morte, l’artista trova nell’arte un modo per tirarsi fuori dal conflitto e dal pensiero avversariale e per espandere all’infinito il tempo e lo spazio, anche quotidiano. Attraverso una serie di esempi del passato e alcune opere nuove realizzate da artisti oggi in guerra, questa mostra vuole indagare il tema culturalmente, psicologicamente, esteticamente, storicamente, filosoficamente.

Per aprire una riflessione che vada oltre la semplice rimozione della guerra, oltre la spiegazione meramente economica di essa, oltre la paura o – altra faccia della stessa medaglia – la sua celebrazione come necessità e minor male”.

Alberto Burri Texas, 1945 olio su tela / oil on canvas 47 x 50,5 cm Collezione privata / Private Collection

SCHEDA

Titolo: Artisti in Guerra

Dove: Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Piazzale Mafalda di Savoia, 2, 10098 Rivoli TO

Quando: dal 15 marzo – 19 novembre 2023

Apertura: da mercoledì a venerdì 10:00 – 17:00, domenica e sabato 11:00 – 18:00

Ingresso: Tariffe Intero € 10 Ridotto € 6,50da

Info: info@castellodirivoli.org  T +39 011.9565.222

Potrebbe interessarti anche

Oppure registrati qui per usufruire della prova gratuita di 7 giorni

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana le news del mercato dell’arte e del collezionismo, per essere informato su modifiche, cancellazioni o proroghe nelle date di mostre e appuntamenti, e per conoscere in anteprima le date dei vernissage.

©Realizzato da PS COMPANY srl

Sei interessato a conoscere gli eventi legati al mondo del collezionismo in Italia come mercatini, mostre-mercato, mostre d’arte e aste?
Abbonati per ottenere l’accesso a tutti i contenuti del sito.