I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Un’estate di aste

PER IL COLLEZIONISTA. I risultati degli ultimi appuntamenti delle maggiori case d’asta internazional


img

Era partita in sordina da Sotheby’s a Londra la prima asta serale della stagione estiva che ha visto il 19 giugno Picasso con Buste de femme de profil. Femme écrivant, un ritratto di Marie-Thérèse Walter del 1932, aggiudicato a 27,3 milioni di £ e altri tre dipinti venduti comunque sotto le stime per un totale di 40 milioni di sterline realizzare da solo quasi la metà del totale. Già nella serata del 26 giugno era tornato il sereno con un asta che ha avuto un 98% di venduto per un totale di 125.3 milioni di sterline e che ha visto Portrait on a White Cover di Lucian Freud, aggiudicato per 22,5 milioni di sterline divenire il dipinto più costoso dell’artista venduto in un’asta londinese.


img
PARTICOLARE DI:Aston Martin ‘MP209’ DB4GT Zagato

Ci ha pensato poi il 4 luglio a far tornare il sorriso all’importante casa d’aste del Regno Unito. Partita bene fin dalla mattinata con la vendita a Londra durante l’ “Old Master & British Works on Paper” dell’acquarello di William Turner The Lake of Lucerne from Brunnen per 2,050,000 £. E’ stato poi venduto nell’asta serale il Busto della Pace di Antonio Canova per 5.3 milioni di £, e poteva divenire una di quelle giornate storiche per Sotheby’s se non fosse stato che un altro lotto, il Marte del Giambologna dal quale si attendeva che raggiungesse i quindici milioni di sterline è stato ritirato e venduto direttamente ai musei di Dresda per una somma riservata, ma che dovrebbe aggirarsi attorno 6,5 milioni di £ dopo il clamore scaturito in Germania quando si è saputo che l’Azienda farmaceutica Bayer AG voleva venderla seppur legalmente all’incanto rischiando di farla uscire per sempre dai confini nazionali.

img
PARTICOLARE DI: Busto della Pace di Antonio Canova

Tra l’altro Sotheby’s ha recentemente diffuso il report “Contemporary Art in Asia” che conferma la sua supremazia sul fronte asiatico con il solo valore delle vendite della Spring Contemporary Art Sale a Hong Kong che ha fatto segnare nel 2018 un +1.4% rispetto alle competitor Christie’s e Phillips. Cresce infine, sempre secondo il report, la copertura globale raggiunta da Sotheby’s nell’ultimo anno per attrarre e raggiungere sempre più queste nuove piazze del collezionismo, tramite soprattutto i contenuti social e multimediali e un attento storytelling: +18 milioni sono state le visualizzazioni dei video sul sito di Sotheby’s e sui suoi canali social. Anche da Christie’s si guarda al web con sempre maggiore interesse. Il rapporto tra acquirenti e offerenti rispetto ai lotti proposti online è il doppio delle aste offline e continua a essere il loro principale canale d’ingresso per i nuovi acquirenti. Durante la “First Open Online: Post-War and Contemporary Art” dal 9 al 18 luglio, “Untitled” una gouache di Josef Albers del 1967 di cm. 9,5 x 9,5 stimata tra i 10 e i 15 mila $ è stata aggiudicata a 52,500 $.


img
PARTICOLARE DI: Rolex Submariner 6538

Mercoledì 20 giugno, a Londra, è stato venduto a un anonimo collezionista per 19 milioni di £ “Femme dans un fauteuil” del maestro spagnolo Pablo Picasso, mentre la La Gare Saint-Lazare, Vue extérieure del pittore francese Claude Monet ha raggiunto la cifra di 25 milioni di £. Per l’Opera proposta con una stima su richiesta, si vociferava che il minimo base fosse di 30 milioni di £. Sempre da Christie’s, questa volta a New York, il 13 giugno era stato venduto un Rolex Submariner 6538 alla cifra astronomica di 921,260 euro arrivando a essere a oggi il Rolex Submariner più caro mai venduto nonostante mancasse della ghiera e presentasse dei graffi sul vetro. Phillips ha realizzato il 27 giugno a Londra durante la 20th Century & Contemporary Art Evening Sale 45 milioni di sterline (il 47,5% in più rispetto allo scorso anno), in un asta nella quale spiccava un autoritratto di Martin Kippenberger venduto per di 8,4 milioni di £ e una tela di Francis Bacon dal titolo Interior of a room del 1935 venduto per 2,854,000 £. Da Bonhams nell’ asta automobilistica tenutasi il 13 luglio per il The Goodwood Festival of Speed Sale, una Aston Martin ‘MP209’ DB4GT Zagato del 1961 è passata di mano per £10,081,500, diventando così l’auto inglese più cara venduta in un’asta europea. Insieme a una vasta gamma di “automobilia” che testimoniano l’attenzione dei collezionisti verso questo segmento di memorabilia è stato aggiudicato per £ 21,250 (stima £10,000 - 14,000 ) il casco indossato da Mike Hawthorn nel 1958 quando si laureo campione del mondo di Formula 1  al volante di una Ferrari D246.

img
PARTICOLARE DI: William Turner “The Lake of Lucerne from Brunnen”

Mi piace concludere questo articolo con una considerazione sulla vendita di un Opera d’Arte. Prendiamo a esempio Nu couche (sur le coté gauche) di Amedeo Modigliani che è diventata la più cara mai venduta dalla casa d’aste britannica Sotheby’s, venduta lo scorso 14 maggio per 157,2 milioni di $ e che fu acquistato dal collezionista che ha deciso di metterlo all’asta nel 2003 per 26,9 milioni di $. Certamente il venditore appoggiandosi anche solo a un Art Advisor di un importante Istituto Bancario poteva vendere immediatamente l’opera ma per massimizzare il profitto occorre come è stato fatto in questo caso non avere fretta e preparare a dovere l’evento. La stessa Sotheby’s tra l’altro ha esposto il quadro a Hong Kong dal 25 al 26 aprile e a New York il 4 maggio prima di batterla in asta a Londra. Facendo le dovute proporzioni è quello che sta avvenendo con i gioielli di Maria Antonietta che saranno messi all’asta a Ginevra questo novembre. Rimasti nascosti per circa due secoli i sontuosi gioielli appartenuti alla Regina di Francia dovrebbero essere venduti per decine di milioni di dollari.
“È una delle più importanti collezioni di gioielli reali mai presentate sul mercato”, ha dichiarato Daniela Mascetti, vicepresidente di Sotheby’s Jewelry Europe. I tesori di Maria Antonietta saranno esposti a Monaco a settembre, circa un mese prima dell’asta.

Roberto Brunelli –
www.brunelliroberto.it

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Mantova Libri Mappe Stampe
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’ottocento e il mito di Correggio
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Gemito. Dalla scultura al disegno
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Bernardino Ramazzini (1633 - 1714). Primo medico del lavoro
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Monet e gli Impressionisti. Capolavori dal Musée Marmotton Monet, Parigi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Marc Chagall “anche la mia Russia mi amerà”
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Napoli Liberty
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Banksy a visual protest
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Franco Guerzoni. L’immagine sottratta
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Marina Abramović /Estasi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Capa in color
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Cultissimi - Mitissimi - Bellissimi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’impronta del reale. William Henry Fox Talbot. Alle origini della fotografia
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Per Gioco. La collezione dei giocattoli antichi della Sovrintendenza Capitolina
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Amazing. 80 (e più) anni di supereroi Marvel
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Diario di viaggio. Luigi d’Arco e i naturalisti dell’800
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il mercato dell’arte al tempo del Coronavirus
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Antiquaria Padova riapre la stagione fieristica 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
LUTTO NEL MONDO DELL’ARTE  La scomparsa di Philippe Daverio
Leggi tutto...