I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Arte e collezionismo dai Medici al ‘900

ARTE ISLAMICA A FIRENZE. Alla Galleria degli Uffizi e Museo Nazionale del Bargello, fino Al 23 Settembre


img
Particolare di: Mattonella con decoro e iscrizione in rilievo - Kashan (Iran), 1270 circa - Ceramica a lustro metallico - Firenze, Museo Nazionale del Bargello

La giraffa che il Sultano d’Egitto Qayt Bay inviò in dono a Lorenzo il Magnifico nel 1487, e che testimoniava i buoni rapporti che intercorrevano fra la corte dei Medici e il mondo islamico, ebbe purtroppo vita breve: seppure tenuta in stalle speciali fatte appositamente costruire nella villa di Poggio a Caiano e in via della Scala, a Firenze, si incastrò con la testa fra le travi del soffitto e morì, spezzandosi l’osso del collo, meno di due mesi dopo. Animale praticamente sconosciuto nella Firenze di allora, fu celebrato in pittura da artisti come  Francesco Botticini, Giorgio Vasari, Bachiacca, Piero di Cosimo. Quella impagliata che vedremo agli Uffizi, proveniente dal museo di storia naturale de La Specola, nell’ambito della grande mostra “Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento” è invece quella che il Vicerè d’Egitto donò al Granduca Leopoldo II negli anni 30 del XIX secolo. Animali esotici a parte, è una sontuosa rassegna di arte islamica, quella organizzata agli Uffizi e al Museo Nazionale del Bargello, altra sede espositiva. È un’occasione unica per scoprire conoscenze, scambi, dialoghi e influenze tra le arti di Occidente e Oriente.


Protagonista di questa iniziativa congiunta tra Bargello e Uffizi è dunque l’arte islamica, di cui a Firenze si conserva un nucleo importantissimo, con quasi 3.300 opere donate nel 1889 dall’antiquario lionese Louis Carrand al Museo Nazionale del Bargello. La mostra si articola in due sedi espositive: al Bargello viene illustrato un periodo fondamentale di ricerca, collezionismo e allestimenti museali di fine Ottocento e inizio Novecento, con opere della già citata donazione di Carrand e dell’altro grande collezionista inglese, Frederick Stibbert, ma anche dei toscani Stefano Bardini e Giulio Franchetti.

img
Particolare di: Bruciaprofumi sferico - Mosul, 1317-1335 Ottone battuto, inciso, traforato e incrostato, ageminato in argento e oro - Firenze, Museo Nazionale del Bargello

Agli Uffizi, l’altra sede espositiva, sono raccolte le testimonianze artistiche dei contatti fra Oriente e Occidente: le suggestioni e i ritratti di sultani della serie gioviana per mano di Cristofano dell’Altissimo. E ancora gli esemplari preziosi della lavorazione dei metalli, ricercatissimi già dai tempi di Lorenzo il Magnifico, le ceramiche orientali, o quelle ispano-moresche con stemmi nobiliari fiorentini. Stoffe e grandi tappeti provenienti dall’Egitto mamelucco di fine Quattrocento o degli inizi del Cinquecento, entrati molto presto nelle collezioni mediceo-granducali, i vetri, i metalli che hanno influenzato la coeva produzione italiana, e non ultimi gli splendidi manoscritti.
Un percorso spettacolare, vario, e affascinante attraverso secoli di scambi e contaminazioni culturali, arricchito anche da prestiti provenienti da importanti musei italiani e stranieri.

img
Particolare di: Giacca da parata (brigandine) Egitto, dinastia mamelucca, XV secolo - Velluto di seta, lino, borchie in ottone - Firenze, Museo Nazionale del Bargel

•LA MOSTRA: “Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento” - FIRENZE, Aula Magliabechiana delle Gallerie degli Uffiziì e Museo Nazionale del Bargello - fino al 23 settembre 2018 - INFO: tel. 055.29038

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
La collezione di giocattoli di Giovanni Marangoni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Albrecht Dürer. La collezione Remondini
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Albrecht Dürer. La collezione Remondini
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il Raffaello dell’Ambrosiana. In principio il Cartone
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Canova e l’antico
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mito. Dei ed Eroi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La Magna Charta: Guala Bicchieri e il suo lascito.
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mortali Immortali, tesori del Sichuan nell’antica Cina
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giappone. Terra di geisha e samurai
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Goccia a goccia dal cielo cade la vita. Acqua, Islam e Arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La natura di Arp
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Art Nouveau. Il trionfo della bellezza
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Milano Pop. Pop Art e dintorni nella Milano degli anni ‘60/’70
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Bob Krieger imagine. Living trough fashion and music ‘60 ‘70 ‘80 ‘90
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Intramontabili eleganze. Dior a Venezia nell’archivio Cameraphoto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Oliviero Toscani. Più di 50 anni di magnifici fallimenti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Franco Fontana. Sintesi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Surrealist Lee Miller
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Tina Modotti fotografa e rivoluzionaria
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Omaggio alla femminilità della Belle Époque
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Rosanna Schiaffino e la moda. Abiti da star
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Le tavole di un’antica famiglia piacentina
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
AMART 2019 – Antiquari Milanesi per l'Arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Assisi Antiqauriato. XLVII Mostra Mercato Nazionale d'Antiquariato
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
MercatoRetrò
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fiera del Disco e del Fumetto a Bologna
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Fiera del Disco, CD, DVD
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
29ª Mostra Scambio Auto e Moto d’Epoca
Leggi tutto...