I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Quell’ultima notte di Ayrton

A Sant’Agata Bolognese una mostra ripercorre il mito di Senna, fino al 9 ottobre


di Roberto Brunelli – www.brunelliroberto.it


img

E’ in corso al Museo Lamborghini fino al prossimo 9 ottobre la mostra “Ayrton Senna. L’ultima notte”, dedicata al pluricampione brasiliano di Formula 1, vittima di un terribile incidente durante il GP di Imola del 1994. Curata da Ercole Colombo e Giorgio Terruzzi, autori della storia fotografica, la Mostra permette di vedere esposte, insieme a tutte le monoposto con cui il brasiliano corse, anche una McLaren MP4/8 bianca montante motore V12 Lamborghini, del tutto identica a quella che il pilota provò all’Estoril nel 1993. Forte è il legame che lega il fondatore Ferruccio Lamborghini a Ayrton Senna. Entrambi caparbi, consci delle proprie potenzialità, certi che un serio e meticoloso lavoro li avrebbe portati un giorno a raccogliere i frutti del loro sacrificio, i due uomini hanno molti punti in comune. Ferruccio seppe essere capace di mietere successi in tutti i campi in cui si impegnò, grazie a uno spirito imprenditoriale che, al pari di quanto avviene oggi nel Circus della F1, lo portò ad avviare delle vere e proprie campagne di reclutamento per accaparrarsi i tecnici più validi e significativi. Al suo pari Senna era un gran lavoratore, puntiglioso, scrupoloso, con quelle notti passate ai box con i meccanici a concentrarsi fin nei minimi dettagli. Molto fermento vi è oggi tra i collezionisti di tutto il mondo di memorabilia di auto sportive e parti di ricambio di auto da corsa e molta attenzione occorre prestare alle certificazioni che accompagnano tali oggetti.


img

Spesso e volentieri in fase di acquisto non si presta attenzione alla documentazione che invece deve accompagnare tali oggetti per attestarne la provenienza. Molti collezionisti arrivano a poter vantare tanto di certificato notarile ad attestarne l’autenticità ma molti, a volte allettati dalla possibilità di ottenere facili guadagni acquistano d’impulso, soprattutto sul web, senza conoscere la differenza tra cimeli sportivi veri e quelli falsi che non hanno valore. Personalmente consiglio sempre di consultare “autenticatori riconosciuti” che vedono le loro documentazioni di autenticità accettate da tutti i collezionisti, i rivenditori e le case d’asta in tutto il mondo prima di procedere all’acquisto. Tornando al Museo non posso che consigliarne la visita. L’unico rammarico con cui esco dalla sede è che una automobile con il toro alla carica incorniciato da uno scudetto non abbia mai partecipato alla Parigi-Dakar. L’impresa sembrò possibile sul finire degli anni 80 con la Lamborghini LM 002, che vide diverse star tra i suoi acquirenti (es. Sylvester Stallone) e che si vociferava, dovesse prendervi parte con un equipaggio formato dall’allora pilota di F1 Alessandro Nannini e dalla sorella Gianna nota cantautrice. Vedere esposto tra i vari modelli anche l’Urus, il SUV previsto per il 2018 che l’A.D. della marca, Stefano Domenicali ha detto essere anche adatto al fuoristrada, visto che ha specifiche regolazioni per ghiaccio, neve, pietre e sabbia, lascia aperta la porta del sogno. 

img

•LA MOSTRA:  “Ayrton Senna. L’ultima notte” - SANT’AGATA BOLOGNESE (BO), Museo Lamborghini - fino al 9 ottobre - INFO: 051.6817611 - www.lamborghini.com

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
L’Italia prima dei cellulari - La moneta telefonica dal 1880 ad oggi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Taddeo Di Bartolo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Raffaello
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ulisse l’Arte e il Mito
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680 - 1750
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Michelangelo e i Medici attraverso le carte dell’archivio Buonarroti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’atelier di Leonardo e il Salvator Mundi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Migrating Objects: arte dall’Africa,dall’Oceania e dalle Americhe nella Collezione Peggy Guggenheim
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carlo Fornara e il Divisionismo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Storie del Novecento in Toscana
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jim Dine
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La collezione Farina. Arte e Avanguardia a Ferrara 1963-1993
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Tomás Saraceno. Aria
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giannetto Cimurri: il masseur e le bici dei suoi campioni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mode nel mondo: i vestiti raccontano la vita dei popoli
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Alberto Sordi 1920 – 2020
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jacques Henri Lartigue
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Helmut Newton. Works
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Uniform into the work/out of the work. La divisa da lavoro nelle immagini di 44 fotografi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Finarte. Il 2019 si chiude con una crescita del +40%
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ponte casa d’Aste. Un anno da record per l’arte moderna e contemporanea
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo filatelista a Torino
Leggi tutto...