I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Collezionismo dalle raccolte reali

Ai Musei Reali di Torino. Quattro mostre dedicate ad altrettante collezioni verranno esposte al pubblico alla Biblioteca Reale, alla Galleria Sabauda e al Museo dell’Antichità


img
Chaise longue  Gustav Siegel (1880-1968), realizzazione Jacob & Joseph Kohn,Vienna, Chaise longue, dopo il 1900 Faggio, tinta scura, legno curvato, ottone,tessuto; 74 × 72 × 183 cm


I Musei Reali di Torino propongono per l’estate 2017 una serie di quattro esposizioni che illustreranno al pubblico le straordinarie collezioni del Museo.
Alla Biblioteca Reale in Piazza Castello alcuni dei capolavori che costituiscono la straordinaria collezione di disegni, frutto degli illuminati acquisti del re di Sardegna Carlo Alberto, saranno esposti fino al 15 settembre: una selezione di oltre quaranta disegni italiani del ‘400 e del ‘500, corrispondenti ad altrettanti artisti citati da Giorgio Vasari nelle sue Vite. Nella mostra, i disegni saranno disposti in modo da illustrare l’evoluzione dell’arte italiana secondo il racconto vasariano: dal Rinascimento toscano e veneto a Leonardo; maestri e allievi di Raffaello; Michelangelo e la prima Maniera a Firenze; il ‘500 tra classicismo e manierismo; Vasari e le sue omissioni.



La collezione della Biblioteca Reale offre un’ampia panoramica della storia dell’arte italiana a partire dal Quattrocento, con alcune punte che ne fanno una delle più importanti collezioni pubbliche di disegni in Italia.
Non si può dire di conoscere a fondo le collezioni del Palazzo Reale di Torino senza averne ammirato le porcellane. Le nove vetrine del primo piano della Galleria Sabauda espongono fino al 14 gennaio 2018 le Piccole sculture bianche.
I biscuit del Palazzo Reale, ovvero le pregiate porcellane che nel Settecento costituivano l’orgoglio e il vanto delle più prestigiose case regnanti.
I biscuits in mostra rimandano in prevalenza alle manifatture francesi, che hanno fornito ai Savoia le produzioni più abbondanti, almeno a giudicare da quanto è sopravvissuto.


img
Servizio sferico da tè e caffè, prima del 1914 - Progetto Rudolf Stockar (1886-1957), realizzazione Graniton, Rydl & Thon, Svijany-Podolí (?), per Artěl, Praga. Ceramica color crema con vetrina al piombo, doratura alt. massima 15 cm (caffettiera).

E’ invece dedicata agli antichi accessori di moda la mostra al Museo dell’Antichità. Fibule, armille, lacci erano gli affascinanti accessori usati nell’antichità, prima dell’ingegnosa invenzione dei bottoni e delle asole. Svelerà questi ornamenti del vestiario la mostra Prima del bottone, aperta fino a domenica 15 novembre 2017.
Verranno proposte le collezioni di  fibule (spille di sicurezza decorate), e di Armille (braccialetti) databili all’epoca preromana, indicativamente intorno al X-II secolo a.C.,  molti dei quali esposti per la prima volta.
Chiude la serie di mostre estive l’esposizione dedicata alle invenzioni di Grechetto, che propone più di trenta delle sue più famose incisioni. Giovanni Benedetto Castiglione, detto il Grechetto, occupa un posto di rilievo tra i pittori italiani del ’600 ed è noto anche per le sue grandi capacità di disegnatore e incisore. La mostra alla Galleria Sabauda fino al 29 ottobre 2017, presenta una selezione di acqueforti provenienti dal fondo di grafica della Galleria e mette in risalto l’inesauribile inventiva dell’artista, figura di spicco della scuola barocca genovese.

•LE MOSTRE:  TORINO - Le mostre: “Prima del bottone: accessori e ornamenti del vestiario nell’antichità” Museo di Antichità fino al 15 novembre - “Le invenzioni di Grechetto” Galleria Sabauda fino al 29 ottobre - “Piccole sculture bianche. I biscuit del Palazzo Reale” Galleria Sabauda fino al 14 gennaio 2018 - “Intorno a Leonardo. Disegni italiani del Rinascimento” Biblioteca Reale fino al 15 settembre - INFO: Tel. 011.5211106

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
La collezione di Giorgio Cavatorti di antiche canne da pesca, mulinelli d’epoca e mosche artificiali
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Magister Giotto
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Luca Pacioli. Tra Piero della Francesca e Leonardo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
I capolavori dell’Accademia Nazionale di San Luca. Da Raffaello a Balla
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Piranesi. La fabbrica dell’utopia
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Amori divini
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Uomo in mare. De Chirico, Licini, De Pisis, Warhol e i grandi maestri dell’Arte
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Un’eterna bellezza. Il canone classico nell’arte italiana del primo Novecento
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il secolo breve. Tessere di ‘900
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Klimt Experience
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Gio’ Pomodoro. L’opera scolpita e il suo disegno
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ytalia. Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Bestiale! Animal Film Stars
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Lo Chat Noir e i Teatri d’Ombre a Parigi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Disegnare sogni: il cinema di Silvano Campeggi (1946-1969)
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La forza delle immagini. Collezione MAST: Una selezione iconica di fotografie su industria e lavoro
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Il Liberty e la Rivoluzione Europea delle Arti. Dal Museo delle Arti Decorative di Praga
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ai Musei Reali di Torino. Quattro mostre dedicate ad altrettante collezioni
Leggi tutto...