I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Bologna Bella. I disegni di gioielli della donazione Cavazza: Aemilia Ars e Alfonso Rubbiani
I disegni dei gioielli della Collezione Cavazza in mostra al Museo della Tappezzeria fino al 31 dicembre prossimo

1
Particolare di:  Disegno del recto e del verso del pendente Patientia victrix

Il Museo Storico Didattico della Tappezzeria "Vittorio Zironi" presenta la mostra "Bologna Bella, i disegni di gioielli della donazione Cavazza: Aemilia Ars e Alfonso Rubbiani".
Con questo allestimento viene presentata al pubblico  in maniera completa ed integrale la prestigiosa e generosa donazione di disegni, schizzi e fotografie d'epoca di gioielli Aemilia Ars. I disegni e le fotografie d'epoca di gioielli oggetto di questo allestimento e della
pubblicazione "Bologna Bella - Immagini di gioielli della donazione Cavazza al Museo della Tappezzeria: Aemilia Ars e Alfonso Rubbiani." edito dalla Casa Editrice Nuova S1 fanno parte infatti della donazione effettuata nel 1994 al Museo della Tappezzeria "Vittorio Zironi" di Bologna dalla signora Flavia Cavazza, che volle fare qui pervenire una gran parte dei documenti di proprietà della nonna paterna, la contessa Lina Bianconcini Cavazza, patronessa e direttrice del settore Merletti e Ricami antichi della Società Aemilia Ars. Come è noto, la Società venne fondata a Bologna il 3 dicembre 1898 per iniziativa di un gruppo di notabili ed intellettuali e con la direzione artistica di Alfonso Rubbiani, allo scopo di riqualificare e dare nuovo impulso alle Arti Applicate emiliane; la struttura originaria comprendeva numerosi settori di produzione, tra i quali la gioielleria, che vennero chiusi nel 1903, quando il presidente Francesco Cavazza decise di puntare esclusivamente su quella che già si era rivelata "(...) prediletta dal pubblico (...) cioè l'industria dei merletti e ricami a punto antico".

La maggior parte delle immagini dei gioielli appaiono contrassegnate dal timbro in inchiostro rosso o azzurro oppure dal marchio a secco di Aemilia Ars; la firma di Alfonso Rubbiani non appare mai nei disegni ma il suo acronimo o la sua sigla spesso appare nei cartoncini di supporto delle fotografie d'epoca, mentre è più frequente la firma di Alberto Pasquinelli, l'unico artista della cerchia di Aemilia Ars che, contrariamente a quella che era la consuetudine della Società, appare attivo in questo settore. Il ruolo di Rubbiani nella fase ideativa della gioielleria di Aemilia Ars si è potuto comunque meglio definire per la presenza nello stesso fondo di diciannove Schede descrittive manoscritte nelle quali si riconosce la sua grafia, dove sono illustrate le fonti iconografiche, letterarie o storiche di altrettanti disegni di gioielli, copiati da monili presenti in dipinti di pittori del Rinascimento italiano,  oppure ispirati a motivi figurativi del passato, e definiti "Originale di Aemilia Ars - Tipo Rinascenza" e, infine, di nuova concezione "Originale di Aemilia Ars". Novità nel campo delle mostre e in generale nel panorama culturale italiano è l'utilizzo di QR-Code, dei codici a barre che sono distribuiti lungo l'allestimento e che fotografati con il proprio smartphone o tablet consentono di visualizzare alcuni interessanti contenuti multimediali accessibili anche online tramite il sito www.museotappezzeria.it.

•LA MOSTRA: “Bologna Bella. I disegni di gioielli della donazione Cavazza: Aemilia Ars e Alfonso Rubbiani” - BOLOGNA, Museo della Tappezzeria “Vittorio Zironi”- fino al 31 dicembre - INFO: Tel. 0516145512 - www.museotappezzeria.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
L’Italia prima dei cellulari - La moneta telefonica dal 1880 ad oggi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Taddeo Di Bartolo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Raffaello
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ulisse l’Arte e il Mito
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680 - 1750
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Michelangelo e i Medici attraverso le carte dell’archivio Buonarroti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’atelier di Leonardo e il Salvator Mundi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Migrating Objects: arte dall’Africa,dall’Oceania e dalle Americhe nella Collezione Peggy Guggenheim
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carlo Fornara e il Divisionismo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Storie del Novecento in Toscana
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jim Dine
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La collezione Farina. Arte e Avanguardia a Ferrara 1963-1993
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Tomás Saraceno. Aria
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giannetto Cimurri: il masseur e le bici dei suoi campioni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mode nel mondo: i vestiti raccontano la vita dei popoli
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Alberto Sordi 1920 – 2020
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jacques Henri Lartigue
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Helmut Newton. Works
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Uniform into the work/out of the work. La divisa da lavoro nelle immagini di 44 fotografi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Finarte. Il 2019 si chiude con una crescita del +40%
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ponte casa d’Aste. Un anno da record per l’arte moderna e contemporanea
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo filatelista a Torino
Leggi tutto...