I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Jacopo del Casentino e la pittura a Pratovecchio nel secolo di Giotto
Al Teatro degli Antei, Pratovecchio  Stia, fino al 19 ottobre 2014

1

Particolare di: Paolo Veronese  “Martirio di Santa Giustina” Olio su tela, cm 104 x 138 - Padova, Musei Civici, Museo d’Arte Medioevale e Moderna, inv. 466

 

Luogo ricco di storia, oltre che di bellezze naturali, il Casentino conserva ancora oggi molti capolavori d'arte medievale e rinascimentale che attestano i suoi stretti legami con Firenze, in virtù dei floridi commerci e dell'appartenenza dell'intera regione alla vasta diocesi di Fiesole.
L'edizione del 2014 de "La città degli Uffizi" ha scelto proprio il Casentino come sede e territorio con il quale ritessere e riproporre al pubblico gli antichi legami con Firenze all'insegna della storia, della cultura e dell'arte.

 Come ogni mostra della collana "La città degli Uffizi" anche questa si prefigge di portare all'attenzione del pubblico lo straordinario patrimonio d'arte della provincia italiana, dialogando con i capolavori conservati nella Galleria degli Uffizi. L'esposizione, che ha sede  Teatro degli Antei a Pratovecchio Stia, prende spunto dalla figura mitica del pittore Iacopo di Landino, che una consolidata tradizione vuole originario di Pratovecchio e che Giorgio Vasari identificava con quel Iacopo del Casentino, contemporaneo di Giotto, di cui la Galleria degli Uffizi possiede l'unica opera firmata, il piccolo trittico donato da Guido Cagnola al museo nel 1947.
La mostra vuole documentare attraverso opere come la tavola della Madonna col Bambino di Romena (oggi nella Chiesa del SS. Nome di Gesù a Pratovecchio) del Maestro di Varlungo, il polittico murale di Taddeo Gaddi di Poppi raffigurante la Madonna col Bambino e santi, il Graduale miniato verso il 1330-1340, l'esistenza di una fervente vita artistica locale che ebbe inizio già alla fine del XIII secolo e che proseguì nella seconda metà del Trecento con il trittico datato 1357 nella chiesa di Pagliericcio del Maestro di Barberino e le opere di Giovanni del Biondo, anch'egli di probabile origine casentinese.

1
Particolare di: Maestro della Madonna Straus, Vir dolorum con i simboli della passione, Valiana, Chiesa di san Romolo, tempera su tavola, cm 92 x 152


L'esposizione è stata occasione per riproporre al pubblico le illustri personalità che al Casentino, dove agli inizi del XIV secolo ricevette ospitalità l'esule Dante Alighieri,  devono la loro origine: letterati come Donato Albanzani da Pratovecchio, amico di Petrarca e Boccaccio; Francesco Landini, figlio del pittore Jacopo, detto anche Francesco degli Organi uno dei più grandi organisti e compositori di musiche del Medioevo; fino all'umanista Cristoforo Landino.

1
Particolare di: Bicci di Lorenzo, Annunciazione e santi, Stia, Pieve, cm 197 x 191

 

•LA MOSTRA: “Jacopo del Casentino e la pittura a Pratovecchio nel secolo di Giotto” - PRATOVECCHIO (AR), Teatro degli Antei - fino al 19 ottobre - INFO: Tel.  055.294883 - www.pratovecchiocittadegliuffizi.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
L’Italia prima dei cellulari - La moneta telefonica dal 1880 ad oggi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Taddeo Di Bartolo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Raffaello
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ulisse l’Arte e il Mito
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680 - 1750
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Michelangelo e i Medici attraverso le carte dell’archivio Buonarroti
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
L’atelier di Leonardo e il Salvator Mundi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Migrating Objects: arte dall’Africa,dall’Oceania e dalle Americhe nella Collezione Peggy Guggenheim
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Carlo Fornara e il Divisionismo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Storie del Novecento in Toscana
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jim Dine
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La collezione Farina. Arte e Avanguardia a Ferrara 1963-1993
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Tomás Saraceno. Aria
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Giannetto Cimurri: il masseur e le bici dei suoi campioni
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Mode nel mondo: i vestiti raccontano la vita dei popoli
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Alberto Sordi 1920 – 2020
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Jacques Henri Lartigue
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Helmut Newton. Works
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Uniform into the work/out of the work. La divisa da lavoro nelle immagini di 44 fotografi
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Finarte. Il 2019 si chiude con una crescita del +40%
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Ponte casa d’Aste. Un anno da record per l’arte moderna e contemporanea
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Leonardo filatelista a Torino
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Rinviato il Mercanteinfiera
Leggi tutto...