I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere tutti i cookies del sito.    Informativa
 

.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Il Settecento a Firenze 
Una grande esposizione alla Galleria degli Uffizi ripercorre i fasti della civiltà fiorentina verso il secolo dei lumi

img
Crespi Giuseppe Maria detto Spagnolo - dipinto Amore e Psiche - Galleria degli Uffizi, Firenze

L’avvio del XVIII secolo vide a Firenze il consolidarsi di una cultura figurativa dinamica e frastagliata, nella quale i maestri già attivi negli ultimi decenni del Seicento, interpreti del fasto e della magnificenza della corte granducale, affermarono il loro primato e quello della scuola locale nella tenace volontà di contrastare il crepuscolo della dinastia medicea, ormai avviata verso un’inevitabile estinzione. Gli anni finali del regno di Cosimo III furono infatti caratterizzati dallo splendore delle produzioni artistiche, fossero di pittura come di scultura, e negli oggetti preziosi a destinazione prevalentemente sacra, una celebrazione che già al tempo travalicava i confini della Toscana per farsi apprezzare in tutta Europa. Lo scorso 29 maggio è stata inaugurata, nelle sale espositive della Galleria degli Uffizi, la mostra ‘Il fasto e la ragione. Arte del Settecento a Firenze’: un itinerario di storia e di gusto attraverso il secolo che vide la fine della dinastia medicea e l’affacciarsi della città alla cultura dell’Illuminismo. E’ un’occasione preziosa per scoprire un’epoca della civiltà fiorentina che viene oggi ripercorsa comprendendo, fra il ‘fasto’ del gusto tardobarocco e la ‘ragione’ che determinò gli esiti del Neoclassicismo, tutte le manifestazioni artistiche alimentate dalle committenze granducali - medicee prima lorenesi poi - ma anche dall’ingegno di raffinati ‘intendenti’ i quali rinnovarono l’immagine di Firenze allineandola agli indirizzi culturali ed estetici dell’Europa illuminista. L’ampiezza degli studi fin qui condotti sull’arte toscana del XVIII secolo e le esposizioni organizzate nel tempo su specifici aspetti dell’arte settecentesca consentono oggi di dimostrare che anche nel Settecento Firenze mantenne una posizione di notevole prestigio all’interno del panorama dell’arte italiana, continuando a manifestare la sua vocazione di città aperta ai contributi dei ‘forestieri’ e alle occasioni del grand tour.  La mostra, con oltre 140 opere esposte tra dipinti, sculture, oggetti d’arte e arredi sacri e profani, rappresenta quindi la prima organica rassegna dei principali eventi artistici del Settecento a Firenze.

LA MOSTRA: “Il Fasto e la Ragione. Arte del Settecento a Firenze” – FIRENZE, Galleria degli Uffizi, Piazzale degli Uffizi. Fino al 30 settembre. INFO: tel. 055.294883
 

Editoriale Tricolore srl, via Pasteur 2 - 42100 (RE)| tel. 0522.557893 | fax 0522.557825 | privacy
web:author

Articoli | Menu

i 5arte antica
Un francobollo, unico nel suo genere, all'asta da Catawiki
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Pandolfini - Capolavori da collezioni italiane
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
La mostra su Bernardino Ramazzini è visitabile online
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
WHAT’S ON alla Fondazione Merz 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
CAMBI CASA D’ASTE Confermate le prossime aste
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
PECCI ON Il Centro per l’arte contemporanea di Prato resta acceso 
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Uffizi On Air
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Van Gogh. I colori della vita sul web
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Artissima Internazionale d'Arte Contemporanea
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
RACCOLTA LERCARO Aroldo Bonzagni e il suo tempo
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
MUSEO AMEDEO LIA Aggiornamenti sui canali social
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
CORONAVIRUS Annullata l’edizione 2021 di Arte Fiera
Leggi tutto...
 
i 5arte antica
Novità sulle aste in programma
Leggi tutto...